adartecalcata@gmail.com 0761 588117 347 6924077 347 7327201

Aiutaci a realizzare un'estate di teatro e cinema contro corrente

SOSTIENI IL NOSTRO FESTIVAL
Untitled-2
18 LUGLIO 2014
ore 19,00 - 20,30
MINI BY QUANT

 

Mary Quant è una stilista nota a tutte le donne della generazione degli anni ’60, le donne più giovani oggi non sanno chi sia ( forse), ma continuano a indossare almeno uno dei suoi capi d’abbigliamento, quello per cui fu riconosciuta come uno dei simboli della Swinging London: la minigonna.

Mary Quant fa parte della storia della “liberazione” della donna: senza fare proclami ideologici, capì e interpretò il bisogno delle ragazze moderne di disfarsi

di giarrettiere, corsetti, gonnone ampie e lunghe, guanti, accessori stile “vecchia signora”, per poter camminare disinvolte per strada con vestiti comodi, colorati, sexy, adatti a tutte le occasioni, dal lavoro al divertimento. Come il suo amico Vidal Sassoon, “ci dette un taglio”: Vidal inventò i tagli geometrici dei capelli corti svolazzanti, e lei tagliò decisamente gli orli.

Note

Il reading presenta alcune pagine della prima autobiografia di Mary Quant dove la giovane stilista londinese, descrive quanta determinazione, fortuna, fatica, dubbi e “alti e bassi”, costi un successo a cui ancora quasi non crede. Raccontando sé, racconta la Londra anni ’60, gli amici, gli incontri, i luoghi; l’invenzione di un modo di far sfilare le indossatrici; il nuovo modo di “vendere”; il suo amore e la sua complicità con il marito; la sorpresa di essere apprezzata dai nuovi protagonisti del gusto e della vita creativa e sociale del tempo: i giovani. Racconta le sue certezze e le sue debolezze, rivelando una personalità allegra, positiva, piena di talento e gioia di vivere.

Le musiche eseguite dal vivo accompagnano questo racconto.

Alcune sono note, come le prime canzoni dei Beatles, altre meno.

Sono il ritmo e il sound di una stagione molto fortunata e creativa che fece di Londra il centro di una rivoluzione di idee e costumi.

I brani sono letti da:

Isabella Martelli e Daniela Tosco.

Le musiche sono eseguite da: Piergiorgio Faraglia.

ISABELLA MARTELLI

Attrice dal ’74, ha recitato in numerosi spettacoli, sotto la direzione di Giorgio Ferrara,

Ugo Margio, Gianfranco Rimondi, Simone Carella, Enzo Siciliano. Sandro Giupponi,

Mattia Sbragia, Renato Giordano, Maurizio Scaparro, Memè Perlini, Tonino Pulci,

Adriana Martino, Antonello Aglioti, Graham Vick, Claudio Frosi, Antonio Venturi, Olga

Garavelli, Pino Borghesano, Rocco Cesareo, Silvio Giordani, Vera Bertnetti, Bruno

Mazzali, Massimo Masini, Nuccio Siano.

Ha partecipato a numerosi festival tra cui il Festival Dei Due Mondi di Spoleto, Cantiere

d’Arte di Montepulciano, Festival del Teatro Italiano di Fondi-Terracina, Todi-Arte

Festival, Festival del Teatro Medioevale di Anagni.

Dopo varie esperienze di animazione e insegnamento in gruppi di base e scuole, ha

fondato e conduce il Laboratorio Teatrale Città di Todi, realizza regie e collabora con

varie Associazioni culturali a Todi e a Roma.

PIERGIORGIO FARAGLIA

Nasce a Roma il 17/3/1966. A dieci anni comincia a suonare la chitarra da autodidatta.

Laureato in Metodologia e Critica dello Spettacolo presso la Sapienza di Roma,

Autore di musiche di scena per la compagnia teatrale Solari-Vanzi (successivamente

‘Temperamenti’) dal 1992 a oggi.

Partecipa come chitarrista a varie trasmissioni radiofoniche e televisive, tra cui ‘Help’ di

Red Ronnie, Telethon e ‘T.R.I.B.U.’ di Gegè Telesforo.

Nell’estate 2000 realizza un CD autoprodotto, Ali di Pane, con cui debutta come

cantautore.

Successivamente vince la finale di “Rock targato Italia” edizione 2003.

Tra le montagne della Valnerina, tra Spoleto e Norcia, ha aperto uno studio di

registrazione, il Ten People Town Studio, dove ha lavorato come fonico e produttore

di sala insieme a vari artisti della scena romana.

Da due anni collabora esclusivamente con la sua compagna, la cantautrice Alessandra

Parisi, finalista del Premio Bianca d’Aponte 2012, vincitrice del Premio De André

2013 e concorrente dello show di Rai 2 The Voice of Italy.

Le sue canzoni sono state proposte più volte nell’ambito della trasmissione radiofonica

DEMO condotta da Michael Pergolani e Renato Marengo.

Daniela Tosco

Diplomata alla scuola di teatro “La Scaletta”. Ha lavorato in teatro con Anton Giulio

Majano, Angelo Corti, Antonio Pierfederici, Roberto Marafante, Manfredi Rutelli, Roberto

Latini, Leo de Berardinis, Nando Citarella, Riccardo Cavallo, Mauro Mandolini, Francesco

Sala e Gigi Proietti. In radio con Adalberto Fei e Pierpaola Bucchi, negli sceneggiati di

Radio Rai e Radio Vaticana. Lavora come voce fuori campo e speaker nelle produzioni Rai

e per i canali satellitari Sky e in spagnolo per Televisiòn Española. Dal 2000 insegna in

varie scuole di recitazione (EUTHECA, Accademia del Teatro dell’Orologio, La Fabbrica

dell’Arte, StudioEmme di Sergio Martinelli) Vince il premio Marte 2000 nuova

drammaturgia italiana presieduto da Aldo Nicolaj come miglior attrice protagonista

nello spettacolo di Mauro Mandolini “Un lungo applauso”.

Come acting coach lavora su set cinematografici e televisivi e come dialogue coach ha

lavorato nelle fiction: “Le sorelle Fontana”, “Che Dio ci aiuti”, “Una grande famiglia 1 – 2”